Maurizio Ficeli

Nell’ultima gara della “regular season” i nerazzurri escono sconfitti per 2-1 dal Del Duca di Ascoli. I marchigiani dovevano a tutti i costi vincere per sperare di salvarsi, ma il successo alla fine non gli è bastato per salvare la categoria. L’Ascoli è passato in vantaggio con Botteghin al 12′, il Pisa ha agguantato il pari al 53′ con una bella azione di Marco D’Alessandro, mentre al 68′ Rodriguez ha regalato i tre punti (inutili) ai bianconeri. Era una gara che per il Pisa non contava nulla, è indubbio, però uscire sconfitti scoccia sempre. Da sottolineare l’esordio in serie B con la prima squadra di Mattia Sala, centrocampista, classe 2005, che appartiene alla primavera nerazzurra con la quale, tra l’altro, dovrà disputare i Playoff contro il Napoli. Un plauso a questo ragazzo di solo 19 anni che è un valore aggiunto per il futuro dei nostri colori.

SCHIACCIA A BRIGLIA SCIOLTA

NICOLAS – Incolpevole sulle reti di Botteghin e di Rodriguez, bello l’intervento sul tiro di Caligara. Una buona prova.

BARBIERI – Una prestazione sottotono, rispetto a quello che ha dimostrato di saper dare. In difficoltà nell’attuare la fase difensiva oltre a qualche incertezza sulla prima rete bianconera.

CANESTRELLI – Una grande prestazione a livello difensivo, con interventi sicuri nei quali ha avuto la meglio sugli avversari.

DE VITIS – Sono felice che abbia giocato fin dall’inizio. Qualche incertezza sul gol di Rodriguez, ma bisogna dargli tempo, era tanto che non giocava una gara intera, anzi mi auguro che per Ale sia l’inizio di altre prestazioni giocate interamente. VELOSO (dal 73′) – Bello il suo tiro verso la porta, purtroppo sfortunatamente va a colpire lo “Squalo”. Peccato, poteva essere un bel gol.

BERUATTO – Purtroppo una prestazione non all’altezza della situazione. Le possibilità le ha, ma in questa gara non le ha dimostrate appieno.

MARIN – Ha dovuto un po’ limitare la sua verve, a causa di un cartellino giallo preso all’inizio, per non rischiare una espulsione. Per il resto tanto impegno, come sempre.

VALOTI – Da sottolineare un bellissimo passaggio per Moreo, oltre a tanto impegno e qualità. Un giocatore da riconfermare assolutamente per la prossima stagione. LISANDRU TRAMONI (73′) – Gara sufficiente.

ARENA – Tanta corsa ed impegno come sempre. Una conferma ed un valore aggiunto per il Pisa della prossima stagione.

MOREO – Cerca di rendersi insidioso in fase offensiva, non segna, ma è sempre una spina nel fianco degli avversari. Da riconfermare assolutamente. BONFANTI (dal 64′) – Purtroppo non ha inciso, mettendo una “pezza” sul tiro di Veloso verso la porta ascolana.

D’ALESSANDRO – A mio avviso il migliore, poi l’azione con cui ha segnato il pareggio è da applausi a scena aperta. Bravo Marco.  SALA (dal 85′) – Ha esordito in B. Non si può giudicare la prestazione perché ha giocato pochi minuti ma sono contento per lui che ha raccolto i frutti del suo impegno e della sua serietà. Bravo Mattia.

TORREGROSSA – Non riesce a fermare Botteghin in occasione della prima rete bianconera, inoltre si fa anticipare. Peccato, perché sappiamo che può dare di più. MLAKAR (dal 73′) – Non pervenuto.

ALL. ALBERTO AQUILANI – A fine gara amarezza del tecnico romano per questa sconfitta. Lui non si è nascosto dietro un dito, affermando che l’ultima partita è stata lo specchio della stagione. Squadra poco incisiva e troppe concessioni agli avversari. Anche se era una partita dove il Pisa non aveva granché da chiedere, al mister perdere giustamente dà comunque fastidio. Al di là di tutto il Pisa si è salvato e bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno, far tesoro degli errori e migliorare in previsione della prossima stagione. Inoltre mi sento di ribadire che per un tecnico all’esordio in un campionato difficile come la B, aver mantenuto la categoria non è cosa da poco, al di là del fatto che sicuramente avremmo potuto fare meglio. Sarà per la prossima stagione.

TIFOSI NERAZZURRI EROICI – Da elogiare i 23 tifosi nerazzurri presenti nel settore ospiti del “Del Duca “di Ascoli Piceno su un pubblico totale di 9.408 spettatori. Hanno raggiunto il capoluogo piceno con mezzi propri. Un dato non da poco visto che il Pisa ormai non aveva più niente da chiedere al campionato a livello di classifica. Poi mettiamoci l’orario serale scomodissimo del venerdì sera, la distanza di 400 km e le circa 5 ore di viaggio, che ha permesso il ritorno a Pisa solo all’albeggiare. Alla luce di tutto ciò si può dire tranquillamente affermare che i tifosi nerazzurri presenti in terra marchigiana sono stati eroici. Trasferta disertata dai gruppi della Nord in quanto vigeva l’obbligo della tessera del tifoso a cui loro sono contrari da sempre. Presente il Club Autonomo Nerazzurro, tranne la sua presidente Sabrina Pavolettoni che ha dovuto saltare la trasferta, in quanto in settimana ha avuto un incidente che l’ha costretta a rimanere a casa (le rivolgiamo i migliori auguri di una pronta guarigione), ragion per cui il Club era rappresentato dal padre Marco Pavolettoni, dal marito Andrea Giuntoli, dai coniugi Galletti e da altri sostenitori. Presente anche il Club San Romano con in testa Sergio Fasano e Luca Santerini detto “Cioccovo” oltre al gruppo dei “Pisani a Roma” con Francesco Grandi, e poi ancora il rappresentante SLO del Pisa Nicola Barsotti.

Il Club autonomo nerazzurro

Prima della gara un minuto di raccoglimento per le vittime della strage sul lavoro di Casteldaccia, vicino a Palermo. I nostri pochi tifosi presenti hanno tifato e incitato la squadra a più non posso, meritano assolutamente un 10 e lode. Al termine della gara i giocatori sono andati sotto il loro settore a salutarli e ringraziarli per tanto sostegno ed incondizionato attaccamento ai colori nerazzurri, cosa che anche mister Alberto Aquilani ed Alessandro Arena hanno sottolineato nelle interviste di fine gara, rammaricati per non essere riusciti a regalare loro un risultato positivo.

Maurizio Ficeli

La contestazione dei tifosi ascolani dopo la fine della partita e la retrocessione in Serie C

 

  • Le foto sono di Marco Pavolettoni e Sergio Fasano, che ringraziamo

 

Scrivi un commento